Home Page Chi Siamo Gioielli e Storia Pietre e Gemmologia Contattaci
Sfoglia il Nostro Catalogo
Pietre e Gemmologia

Le pietre preziose o gemme, che compaiono nei gioielli fin dai tempi più remoti, sono il frutto di processi naturali di mineralizzazione che hanno origini molto remote.
I minerali sono cristalli che hanno forme differenti e irregolari e sono di diversa durezza, si va dal talco al diamante, in assoluto la pietra più dura esistente in natura.
La caratteristica comune a tutte le pietre preziose è quella di rifrangere, riflettere ed assorbire la luce in modi diversi, questa capacità è data dalla trasparenza e dalla lucentezza della pietra ma anche dal taglio, per questo si parla di indice di rifrazione.
Negli ultimi anni del 1800, accanto alle pietre naturali, cominciarono a comparire gemme sintetiche ottenute con diverse tecniche, che hanno un valore commerciale inferiore pur mantenendo lo stesso fascino visivo.
Qui potete trovare le caratteristiche tecniche delle principali pietre preziose che Perladonna usa per le proprie creazioni e che garantiscono la qualità di tutti i gioielli a vostra disposizione.

Diamante
I diamanti sono le pietre più resistenti al mondo e nascono dai giacimenti diamantiferi situati in diversi paesi del mondo, le gemme si trovano nella Kimberlite una roccia che si trova ad una profondità elevatissima. La Kimberlite si suddivide in tre parti a seconda del colore: Yellow, Blue e Hard Ground, e da questa si estraggono i minerali grezzi che poi vengono raffinati.
Si stima che da 23 tonnellate di blue ground si ricava, secondo calcoli accurati, 4 carati di diamanti e solo 1 carato si presta ad essere tagliato come gemma. Nel taglio si perde circa il 50% per cui la rendita finale si aggira sul mezzo carato.
Dopo la raccolta, i cristalli vengono classificati secondo quattro criteri: forma, trasparenza, colore, inclusioni.
Infine il responsabile di produzione decide il prezzo.
Le forme dei diamanti possono essere differenti, il compito del tagliatore di diamanti è ottenere il miglior risultato tra la bellezza della pietra, per colore e mancanza di inclusioni e il ricavo economico. Il taglio determina il calo del peso in termini di carati quindi questa è una delle fasi più delicate della lavorazione.

Brillante Ottagonale Carrè Cuore Ovale Goccia

Le pietre più pure sono quelle che non presentano inclusioni se analizzate con una lente a 10 ingrandimenti. Esistono caratteristiche interne ed esterne che consentono di valutare la purezza di una pietra.

GRADO PUREZZA DIAMANTE
IF   internally Flawless Internamente puro
VVS VVS1
VVS2
Very
VerySmall Inclusions
Inclusioni molto molto piccole
VS VS1
VS2
Very Small Inclusions Inclusioni molto piccole
SI SI1
SI2
Small Inclusions Piccole inclusioni
P P1 I1
P2 I2
P3 I3
Piqué - Imperfect Inclusioni normalmente visibili ad occhio nudo - Imperfetto.

Nel diamante l'assenza del colore conferisce un maggior pregio ad eccezione di colori rari quali il rosa, il blu ed il violetto.
Operare comunque distinzioni tra gradi di colore dai più chiari è un compito molto difficile anche per analisti di buona esperienza «
Così molti gioiellieri per la classificazione si sono affidati ad una scala internazionale, Old-Terms, che è legata alle località di estrazione.
Il sistema G.I.A. è da preferire come classificazione del colore poiché è di facile comprensione e lettura per cui consente di evitare equivoci sui termini.
Le pietre di paragone sono indispensabili. Vengono collocate in ordine di colore (D-E-F-G-H-I) in modo che il colore più chiaro risulti sulla sinistra e permettono così al gioielliere di effettuare una corretta classificazione.

SCALA COLORE DIAMANTE
D
E
F
River
Bianco Eccezionale
G
Top Wesselton
Bianco Extra
H
Wesselton
Bianco
I
J
Top Crystal
Crystal
Bianco Sfumato
K
L
Top Cape
Bianco Leggermente Colorito
M
N
Cape
Low Cape
Colorito
O
P
Q
Light Yellow
Colorito
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z
Very Light Yellow
Molto Colorito

Rubino
II corindone è una delle specie mineralogiche più importanti.
In natura si presenta con une notevole varietà di colori e il rosso del rubino è dovuto alla presenza di ossido di cromo.
I colori del rubino derivano dalla provenienza geografica, tuttavia il 70% della produzione di qualità proviene dalla Tailandia.
Per i tagli, i criteri di valutazione non sono così rigorosi come quelli imposti per il diamante tagliato a brillante e i tagli ovale e antique, con gli angoli smussati, sono i più comuni ed apprezzati.
Buona parte dei grezzi sono tagliati nei luoghi di origine da tagliatori molto abili che tendono a conservare ,il peso a scapito della limpidezza.

Zaffiro
Lo zaffiro, come il rubino, appartiene alla varietà del corindone, Le sue tonalità di colore sono diversissime; può 'essere di un blu cupo (Australia), blu azzurrognolo (Sri-Lanka), blu vellutato (Birmania) fino al blu azzurro fiordaliso del Kashmir.
La produzione attuale di zaffiri è superiore di circa 20 volte a quella del rubino per cui il loro prezzo è notevolmente inferiore presentandosi più abbondante sul mercato.
Anche per lo zaffiro, come accade per il rubino, le pietre di migliore tonalità sono quelle birmane che comunque non indicano il luogo di provenienza, ma il colore blu vellutato.
Quasi il 50% della produzione mondiale proviene dai depositi alluvionali del Queensland (Australia).

Smeraldo
Lo smeraldo è la varietà più pregiata della famiglia dei berilli, la stessa alla quale appartiene l'acqua marina.
Il paese più importante per qualità e quantità è la Colombia, ma giacimenti importanti si trovano in Brasile, la differenza tra le pietre di diversa origine è che gli smeraldi brasiliani non hanno inclusioni ma presentano diverse fessure.


Perle
La perla è un prodotto naturale di origine organica, generata da molluschi per reazione dovuta alla presenza di un corpo estraneo nell'organismo.
In natura esistono circa 20.000 specie viventi di lamelli-branche, ma le perle di buona qualità per gioielleria si trovano solo nella famiglia delle Pteridae a cui appartiene il genere Pinctada.

Le principali sono:
PINCTADA MARTENSII, è un mollusco che vive nei mari del Giappone, sulla costa pacifica, e raggiunge i 15 cm, di diametro. Genera perle fino a 10 mm, (molto rare).
PINCTADA MAXIMA, è un mollusco che vive lungo le coste Nord-Occidentali dell'Australia e nei Mari del Sud. Genera perle di una grandezza che varia dai 10 al 16 mm.
PINCTADA MARGARITIFERA (CUMINGI), è un mollusco che vive nei mari della Polinesia.
Genera perle grigio-nere di una grandezza che varia dai 10 ai 16 mm.

Le perle, commercialmente, si dividono in tre categorie:
NATURALI, interamente prodotte dal mollusco per inserimento di larve marine, parassiti frammenti di guscio e, raramente, granuli di sabbia senza intervento umano.
COLTIVATE, prodotte dal mollusco dopo inserimento di un nucleo di madreperla con intervento umano.
IMITAZIONI, prodotte interamente dall'uomo con nuclei di vetro e madreperla, immersi in bagni di sostanza chimica.

Varietà di Perle
Perle Coltivate Giapponesi
I vivai per la coltivazione sono situati a sud del Giappone, sull'isola di Shikoku, Kobe, Ago Bay, Kioto e sull'isola di Ryu-Kyu.
La coltivazione può durare tre anni, la perlagione è di media 0,15-0,30 mm. l'anno e la temperatura ideale deve essere compresa fra i 18-C e 25°C., si ottengono perle fino a 10 mm. di diametro. Questa tipologia di molluschi è denominata AKOIA.

Perle coltivate dei Mari del Sud (South-Sea)
Sono coltivate in Birmania Australia, Filippine, Indonesia, Malesia e Borneo.
Il mollusco utilizzato è la pinctada maxima e produce perle della grandezza di 11-16mm. di colore bianco con sfumatura verde, argentata o dorata.
Hanno una valutazione commerciale molto elevata perché la produzione è limitata.
Le perle più pregiate sono quelle birmane, spesso di un colore bianco-dorato e la crescita dello strato di perlagione è di 3-3,5 mm.l'anno.
La pinctada margaritifora (cumingi) produce perle della grandezza di 11-16 mm. di colore bianco-grigio fino al nero più intenso.
È coltivata in Polinesia nelle isole Gambier, Tuamotu eTahiti.

Mabè
Si scolla parzialmente il mantello della conchiglia e si inseriscono fino ad massimo di tre nuclei. Il mollusco è poi riposto in mare ove deposita la perlagione dopo che il mantello ha ripreso molto gradatamente il suo posto.
Dopo un anno avviene la raccolta dei molluschi (pinctada maxima) e ogni protuberanza perlacea è segata dalla conchiglia.
La MABE' è un materiale composito ed è costituito da un nucleo di madreperla o plastica, sottile strato di perlagione e collante vegetale.

Blister
La Blister, apparentemente simile alla Mabè, si forma per la presenza di minuti parassiti ed ha contatto con la parte interna delle valve dei molluschi.

Keshi
sono tra 1 e 4 mm, non devono essere confuse con le perle di acqua dolce e non sono naturali perché si formano indirettamente per intervento umano.
E' una perla che si crea in modo accidentale nel mollusco già sottoposto all'intervento per la produzione di perle coltivate.

Perle d'acqua dolce
Attualmente si producono perle d'acqua dolce senza nucleo o con nucleo.
Si usa lo stesso procedimento delle pinctada per l'innesto del nucleo e il tempo di coltivazione arriva fino ad un massimo di due o tre anni.
Questa tipologia di molluschi è denominata IKECHO.

Imitazioni
PERLA DI MAJORCA, è costituita da un nucleo di porcellana, vetro o plastica ricoperto da strati di vernice sintetica che si deposita solo in superficie.
PERLA DI VASCA, è costituita da un nucleo sferico di carbonato di calcio, sotto forma di madreperla o aragonite. Il nucleo è molto poroso e la vernice non si deposita solo in superficie ma è perfettamente assorbita.

Elementi di valutazione qualitativa
Il valore commerciale di una perla coltivata o naturale si basa su sette criteri fondamentali:
DIMENSIONI- con un calibro di precisione si misura in millimetri la perla.
FORMA - la perla si presenta a fori, subsferica (tra ovale a sferica), barocca (distorta), semi-barocca, fantasia, a pera, a goccia, a bottone (bombata) e ovale.
ASPETTO DELLA SUPERFICIE - i caratteri esterni, screpolature, graffi e macchie di colore presenti sulla superficie di una perla incidono negativamente sul valore commerciale.
L'aspetto può essere: regolare, lievemente irregolare, irregolare e molto irregolare.
COLORE - l'esame del colore è basilare per una buona valutazione e deve essere osservato sotto due aspetti: colore di base e sfumatura.

1) Perla di colore rosa con sfumatura rosa
2) Perla di colore bianco con sfumatura rosa
3) Perla di colore bianco con sfumatura rosa/verde
4) Perla di colore crema con sfumatura rosa
5) Perla di colore bianco con sfumatura verde
6) Perla di colore crema con sfumatura verde
7) Perla di colore giallo

Grado di omogeneità del colore
il colore deve essere molto omogeneo sulla superficie di tutta la perla e di conseguenza su tutto il filo. Può essere buono, discreto o scarso.
STRATO DI PERLAGIONE, lo strato di perlagione che può essere spesso, medio, sottile o insufficiente.
ORIENTE, è un insieme di fenomeni ottici quali: rifrazione, riflessione e dispersione. Può essere ottimo (presenza di minuti cristalli di aragonite di ottima qualità), buono, scarso o discreto.

Cure e Raccomandazioni
La perla è composta da sostanze organiche contenenti cristalli di carbonato di calcio e acqua per cui è necessario porre particolare attenzione al calore ed agli acidi perché può corrodersi o disidratarsi.

Si consiglia, pertanto, in modo particolare di:
fare attenzione a riporre la collana di perle vicino ad oggetti metallici o altri gioielli perché non sono dure quanto i diamanti e possono quindi essere facilmente scalfite.
riporre con cura nella custodia ogni sera, dopo aver massaggiato leggermente con un panno di pelle scamosciata le perle per togliere sudore e cosmetici.
non spruzzare sulla collana profumi perché possono penetrare nel foro e danneggiare seriamente le perle.
far reinfilare la collana una volta all'anno perché il filo può assorbire sudore e altre sostanze nocive.

Tutti i prezzi esposti si intendono Iva compresa - La Vendita dei prodotti destinata esclusivamente a consumatori privati.
PERLADONNA® è un marchio EG S.r.l. FABBRICA OREFICERIA E GIOIELLERIA
Via degli Scavi, 13 (z.i.) 47100 Forlì - Tel. 0543.720700 - Fax 0543.801252 - info@perladonnagioielli.it - P.IVA 01938750401
Vieni a trovarci su Facebook
© Essere Elite S.r.l.